lunedì 13 novembre 2017


                                    CANZONE  DEI  DODICI  MESI

Proseguiamo nella lettura e riflessione del testo della canzone composta da Francesco Guccini intitolata
“Canzone dei dodici mesi”, soffermandoci a riflettere sul mese di novembre.

                             Cala Novembre e le inquietanti nebbie gravi coprono gli orti
               lungo i giardini consacrati al pianto si festeggiano i morti, si festeggiano i morti…
                             Cade la pioggia e il tuo viso bagna di gocce di rugiada
               Te pure, un giorno, cambierà la sorte in fango della strada, in fango della strada…


gcastronovo.blogspot.it

domenica 12 novembre 2017



                                 LA  DOMANDA  DELLA  DOMENICA
                                                  “A proposito di politica, ci sarebbe
                                                  qualche coserellina da mangiare?”

                                              da “La legge è legge”.  Totò 1958

mercoledì 8 novembre 2017

NOVEMBRE 2017: ELEZIONI RINNOVO ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA   
                                                     IL RITORNO  DI  SILVIO

Amor, devi ancor sperar,
Silvio è tornato, la nostra guida sarà.
Grazie Sicilia che hai creduto in Lui, in Lui.

Vedrai che tutto cambierà:
Silvio è tornato, la nostra guida sarà.
Staremo in pace nella mia casa
io e te, io e te.

La nostra Italia da Lui promessa
con Lui rinascerà,
un Governo adesso avrà
la crisi se ne andrà da noi.

La nostra Italia con Berlusconi
nel mondo brillerà
stimata ancor sarà
e pace porterà dovunque lui andrà.

Amor, non piangere mai più,
Silvio ci dice non disperate mai più.
Amore mio dobbiamo credere in Lui, in Lui.

Amore mio

*  musica  *

La nostra Italia con Berlusconi
nel mondo brillerà
stimata ancor sarà.
La pace regnerà
tra noi, tra noi,
 tra noi.
*Si può cantare accompagnati dalla melodia della canzone “La nostra casa in cima al mondo” di P. Donaggio e V. Pallavicini, interpretata al Festival di San Remo del 1966 dallo stesso Donaggio e da Claudio Villa.
gcastronovo.blogspot.it




venerdì 3 novembre 2017


                                 E C H I   D A L   P A R L A M E N T O
                 LE ELEZIONI  SICILIANE  E  RENZI  L’AMERICANO
On. Straccio: collega Cencio…
On. Cencio: dimmi.
On. Straccio: davvero incomprensibile il comportamento del fu Presidente del Consiglio e oggi Segretario del Partito Democratico  Matteo Renzi!  Non saprei definirlo diversamente.
On. Cencio: a che proposito?
On. Straccio: mi riferisco alla strategia di Renzi sulle prossime elezioni regionali siciliane. Ha definito – e secondo me sbagliando clamorosamente –il voto della IV^ Regione italiana per popolazione  “voto locale”.
On. Cencio: peggio ancora andandosene in America proprio in questi giorni, quando è da qualche settimana  che Grillo, Berlusconi, Salvini, Meloni  ed altri stanno visitando le principali località dell’Isola.
On. Straccio: forse è da analizzare il suo comportamento: stanco di essere definito “il rottamatore” ,
 adesso “vuol far l’americano” .
On Cencio: sostenibile la tua analisi! Ma io vorrei dire a Renzi:
“Come te po’ capir u siciliano
Si tu lle parli miezzo americano?
Tu vuò fa l’americano
Mericano, mericano
Ma sì nato a Rignà
Sient’  a mme, nun ce sta niente ‘fa
Ok Rignànes
Tu vuò fa’ ll’american
Tu vuò fa’ llamerican
Ma tu sì  u Rignànes
Ma tu sì u Rignànes


gcastronovo.blogspot.it